DOMENICA 24 Settembre 2017 - Aggiornato alle 23:44

Home » » Acquisizioni e fusioni d’azienda: 509 operazioni concluse nel 2016 in Italia

 

Acquisizioni e fusioni d’azienda: 509 operazioni concluse nel 2016 in Italia

ROMA - Un 2016 da record, per quanto concerne il numero di acquisizioni di aziende e di fusioni, con un totale di 509 operazioni condotte in porto e con un valore complessivo vicino ai 50 miliardi di euro. Secondo i numeri di questo settore, si scopre che in Italia – in questo momento – il settore delle acquisizioni sta generando un valore enorme, soprattutto per via degli investimenti di soggetti esteri, francesi e cinesi su tutti. Certo, va anche detto che non è la prima volta che accade una cosa del genere: già nel 2015 il numero di acquisizioni e di fusioni aziendali aveva sancito il record del valore economico delle transazioni, con un totale di circa 65 miliardi di euro, che ancora oggi resiste imbattuto.

Fusioni e acquisizioni: è boom in Italia

Il 2016 non è stato un anno facile per gli investitori: basti pensare al caos generato dall’uscita della Gran Bretagna dall’Unione Europea, e all’elezione di Donald Trump come Presidente degli Stati Uniti d’America, che ha messo in discussione diversi aspetti dell’economia globale. Eppure, nonostante questo, le fusioni e le acquisizioni di aziende italiane hanno segnato un nuovo record: grazie agli stranieri, è vero, ma anche grazie agli investitori italiani, tornati a credere fortemente in questo comparto. Per la prima volta, però, le acquisizioni da parte di aziende straniere hanno quasi pareggiato le acquisizioni italiane a livello economico: circa 24 miliardi di euro contro 26 miliardi, con i francesi sovrani degli investimenti nel nostro Paese con oltre 7 miliardi di euro spesi.

Cosa sono le fusioni e le acquisizioni aziendali?

Cosa sono e quali sono le differenze fra queste due operazioni finanziarie oggi diffusissime in Italia? La fusione avviene quando due aziende uniscono le forze, cessano di vivere e danno i natali ad una terza azienda. L’acquisizione aziendale, invece, vede un’azienda “madre” acquisirne una più piccola: un vero e proprio trasferimento di azioni che vede il controllo della seconda passare alla prima. Entrambe le operazioni presentano ovviamente dei fattori di rischio legati alla solvibilità e alla salute dei bilanci dell’azienda che si acquisisce o con la quale ci si fonde: per questo è indispensabile richiedere il bilancio delle aziende, anche su siti come Icribis.com. È proprio il bilancio, infatti, a racchiudere una serie di indici testimonianti la liquidità, la produttività ed il potenziale economico di un’impresa.

Tutela lavoratori: cosa succede in questi casi?

Cosa succede ai dipendenti che lavorano in un’azienda soggetta a fusione o acquisizione? In questo caso i lavoratori vengono tutelati, dato che il contratto di lavoro non cessa di esistere: questo significa che l’azienda acquirente è obbligata a rispettare i rapporti di lavoro dei dipendenti ed i diritti assicurati dal contratto stesso. In altre parole, il licenziamento può avvenire solo se presente una giusta causa, e dunque l’azienda che subentra al controllo della prima deve per forza assicurare al dipendente i propri diritti, compresa l’anzianità e quanto guadagnato a livello di carriera durante gli anni precedenti all’acquisizione. Infine, nel caso il dipendente dovesse vantare dei crediti, sarà l’azienda subentrante a doversene occupare.

(10 Ago 2017 - Ore 16:10)

Commenti

Il contenuto di questo campo è privato e non verrà mostrato pubblicamente.
  • Indirizzi web o e-mail vengono trasformati in link automaticamente
  • Elementi HTML permessi: <a> <em> <strong> <cite> <code> <ul> <ol> <li> <dl> <dt> <dd>
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.

Ulteriori informazioni sulle opzioni di formattazione

CAPTCHA
Questa domanda serve a verificare che il form non venga inviato da procedure automatizzate
Image CAPTCHA
Inserisci i caratteri che visualizzi nell'immagine.

Commenti

Invia nuovo commento

Il contenuto di questo campo è privato e non verrà mostrato pubblicamente.
  • Indirizzi web o e-mail vengono trasformati in link automaticamente
  • Elementi HTML permessi: <a> <em> <strong> <cite> <code> <ul> <ol> <li> <dl> <dt> <dd>
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.

Ulteriori informazioni sulle opzioni di formattazione

CAPTCHA
Questa domanda serve a verificare che il form non venga inviato da procedure automatizzate
Image CAPTCHA
Inserisci i caratteri che visualizzi nell'immagine.
Civitavecchia, L'occhio

Due nel blu (foto Angela Pierucci)

PRIMA PAGINA WEBTV

Inviaci le tue foto
banner CivonSale
Meteo Lazio

NOTIZIE DALLE AZIENDE

ENERGIA E AMBIENTE

ROMA E REGIONE

ITALIA E MONDO

archivio articolo 1999 - 2005

Quotidiano telematico fondato nel 1999 - Editore SEAPRESS srl, c.f. 06832231002
Reg. Trib. di Civitavecchia n° 2/2000 del 30/8/00 - ISSN 2037-9471
Direttore responsabile Massimiliano Grasso - © Copyright 1999-2017 SEAPRESS - Privacy Policy