Home » » Aggredisce i poliziotti: arrestato marocchino irregolare

 

Aggredisce i poliziotti: arrestato marocchino irregolare

VITTORIA – Nella serata di sabato scorso, 13 aprile 2019, una volante del Commissariato di P.S. di Vittoria, durante un normale servizio di prevenzione e controllo, mentre percorreva la strada S.p. 31 in direzione Scoglitti, transitando di fronte ad un noto bar, notava un individuo che si aggirava con fare sospetto tra le autovetture posteggiate presso il predetto locale. Immediatamente gli agenti, insospettiti, decidevano di procedere ad un controllo chiedendo i documenti di identificazione, ma a tale richiesta il soggetto evidenziava insofferenza al controllo rifiutando di fornire i documenti e pronunciava frasi offensive nei confronti degli operatori.

 

TROVATO IN POSSESSO DI UN COLTELLO A SERRAMANICO

A questo punto gli agenti decidevano di sottoporlo a perquisizione personale, all’esito della quale veniva trovato in possesso di un coltello a serramanico della lunghezza complessiva di cm.19, con lama da punta e da taglio lunga cm. 8, che custodiva all’interno della tasca posteriore destra dei suoi pantaloni. Considerata la situazione, gli agenti decidevano di accompagnare il soggetto in Commissariato per i successivi più approfonditi accertamenti e per l’esecuzione dei rilievi foto-dattiloscopici finalizzati alla sua identificazione. Tuttavia, il soggetto, una volta all’interno dell’abitacolo dell’autovettura dotata di pannello separatorio, durante il tragitto, andava in escandescenza e iniziava a sferrare calci e testate contro il pannello fino a raggiungere il piazzale antistante il Commissariato di P.S. Sceso dall’autovettura e fatto accesso all’interno degli uffici di Polizia, improvvisamente si scagliava contro gli agenti colpendoli con calci e pugni. (Agg.17/4 ore 18,40) 

AGENTE COSTRETTO A RICORRERE ALLE CURE MEDICHE


Con non poche difficoltà, i poliziotti riuscivano a bloccarlo ed ammanettarlo dichiarandolo quindi in stato di arresto. A seguito dell’aggressione subita uno degli agenti, il capo pattuglia, era costretto a ricorrere alle cure mediche dei sanitari del Pronto Soccorso del locale Ospedale “Guzzardi” dove gli venivano riscontrate lesioni giudicate guaribili in 20 giorni s.c.Pertanto alla luce dei fatti, il soggetto, successivamente identificato per H.A., marocchino di 42 anni, già noto alle forze dell’ordine ed irregolare sul territorio nazionale, veniva tratto in arresto per il reato di resistenza a pubblico ufficiale, e condotto presso la Casa Circondariale di Ragusa a disposizione dell’autorità giudiziaria competente. (Agg.17/4 ore 18,44)

(17 Apr 2019 - Ore 18:33)

Commenti

Il contenuto di questo campo è privato e non verrà mostrato pubblicamente.
  • Indirizzi web o e-mail vengono trasformati in link automaticamente
  • Elementi HTML permessi: <a> <em> <strong> <cite> <code> <ul> <ol> <li> <dl> <dt> <dd>
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.

Ulteriori informazioni sulle opzioni di formattazione

CAPTCHA
Questa domanda serve a verificare che il form non venga inviato da procedure automatizzate
Image CAPTCHA
Inserisci i caratteri che visualizzi nell'immagine.

Commenti

Invia nuovo commento

Il contenuto di questo campo è privato e non verrà mostrato pubblicamente.
  • Indirizzi web o e-mail vengono trasformati in link automaticamente
  • Elementi HTML permessi: <a> <em> <strong> <cite> <code> <ul> <ol> <li> <dl> <dt> <dd>
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.

Ulteriori informazioni sulle opzioni di formattazione

CAPTCHA
Questa domanda serve a verificare che il form non venga inviato da procedure automatizzate
Image CAPTCHA
Inserisci i caratteri che visualizzi nell'immagine.

PRIMA PAGINA WEBTV

Inviaci le tue foto
Meteo Lazio

NOTIZIE DALLE AZIENDE

ENERGIA E AMBIENTE

ROMA E REGIONE

ITALIA E MONDO

archivio articolo 1999 - 2005



Quotidiano telematico fondato nel 1999 da Massimiliano Grasso - © Copyright Retimedia, c.f. 10381581007 - Reg. Trib. di Civitavecchia n° 2/2000 del 30/8/00 - ISSN 2037-9471 - Direttore responsabile Luca Grossi
Riproduzione riservata.
E' vietato ogni utilizzo di testi, foto e video senza il consenso scritto dell'editore - Privacy Policy