Home » » Aumento dell'Ici, Iachini fa ''scaricabarile''

 

Aumento dell'Ici, Iachini fa ''scaricabarile''

NULL

SANTA MARINELLA L'aumento dell'Ici sugli immobili diversi dalla prima casa recentemente approvato fa ancora rumore. Abbiamo ereditato dalla precedente amministrazione un bilancio elettorale che copriva le spese fino a giugno 2005. Cià era dovuto anche alle riduzioni dell'Ici che avevano fatto sulla prima casa per evidenti motivi elettorali. Così si è espresso ieri in un lungo comunicato Fabio Iachini delegato al bilancio ed ai tributi della giunta Tidei. Dopo che la nuova Amministrazione ha approvato il consuntivo, nel giugno del 2005, si è trovata nella necessità  di utilizzare l'avanzo di amministrazione per pareggiare il buco che abbiamo trovato nel bilancio della vecchia Giunta. Per tutto cià siamo stati costretti ad aumentare l'ICI sulle seconde abitazioni sui terreni non agricoli e sugli altri immobili che non rappresentano la prima casa, che è bene di prima necessità . Questo ha voluto sottolineare Inchini in risposta non solo alle critiche dei cittadini ma anche al malcontento che sta crescendo tra i commercianti cittadini che si sono visti tartassare le mura dei negozi. La Giunta Tidei è costretta percià a fare fronte ad una situazione di forti difficoltà  finanziarie causate non solo dai vecchi amministratori ma anche dalla finanziaria approvata dal governo Berlusconi che penalizza sempre di più gli Enti Pubblici Locali. Iachini poi ritiene false le affermazioni dei consiglieri di opposizione Bacheca e Grimaldi che lo accusano di aver omesso di stanziare in bilancio fondi per il recupero di alcuni quartieri cittadini.Comunque l'Amministrazione Tidei ha previsto un piano di attività  per le opere pubbliche la cui copertura finanziaria sarà  realizzata attraverso i fondi della legge 8 che la vecchia giunta aveva completamente dimenticato mentre la realizzazione delle altre opere pubbliche previste dal nostro programma potranno essere realizzate con il ricorso all'edilizia contrattata. Una bella patata bollente, soprattutto per i cittadini che comunque, indipendentemente da chi sia il responsabile a giugno ed a dicembre prossimi dovranno pagare di più per un'imposta ritenuta impopolare.
Cris.Degni

(11 Gen 2006 - Ore 17:15)

Commenti

Il contenuto di questo campo è privato e non verrà mostrato pubblicamente.
  • Indirizzi web o e-mail vengono trasformati in link automaticamente
  • Elementi HTML permessi: <a> <em> <strong> <cite> <code> <ul> <ol> <li> <dl> <dt> <dd>
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.

Ulteriori informazioni sulle opzioni di formattazione

CAPTCHA
Questa domanda serve a verificare che il form non venga inviato da procedure automatizzate
Image CAPTCHA
Inserisci i caratteri che visualizzi nell'immagine.

Commenti

Invia nuovo commento

Il contenuto di questo campo è privato e non verrà mostrato pubblicamente.
  • Indirizzi web o e-mail vengono trasformati in link automaticamente
  • Elementi HTML permessi: <a> <em> <strong> <cite> <code> <ul> <ol> <li> <dl> <dt> <dd>
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.

Ulteriori informazioni sulle opzioni di formattazione

CAPTCHA
Questa domanda serve a verificare che il form non venga inviato da procedure automatizzate
Image CAPTCHA
Inserisci i caratteri che visualizzi nell'immagine.
Archivio PDF

LA PROVINCIATV

Inviaci le tue foto
Meteo Lazio

NOTIZIE DALLE AZIENDE

ENERGIA E AMBIENTE

ROMA E REGIONE

ITALIA E MONDO



Quotidiano telematico fondato nel 1999 da Massimiliano Grasso - © Copyright Retimedia, c.f. 10381581007 - Reg. Trib. di Civitavecchia n° 2/2000 del 30/8/00 - ISSN 2037-9471 - Direttore responsabile Luca Grossi
Riproduzione riservata.
E' vietato ogni utilizzo di testi, foto e video senza il consenso scritto dell'editore - Privacy Policy