VENERDì 13 Dicembre 2019 - Aggiornato alle 23:37

Home » » Buon cibo e prodotti tipici da stasera a piazzale dei Partigiani

 

Buon cibo e prodotti tipici da stasera a piazzale dei Partigiani

Al via oggi la tregiorni della Festa della musica di Allumiere

ALLUMIERE – Tutto pronto ad Allumiere per l’attesa e amata Festa della Musica promossa come ogni anno dagli Amici della Musica di Allumiere. Questa grande kermesse che coniuga buon cibo con prodotti tipici a km 0, allegria e tanta musica si aprirà oggi e si chiuderà domenica e si svolgerà nella tradizionale location del bocciodromo nel piazzale dei Partigiani. L’edizione 2019 di questa tregiorni è un’edizione speciale visto che ricorrono quest’anno i 30 anni dell’evento. Lo staff dei genitori e dei musicanti, capitanati dalla presidente degli Amici della Musica di allumiere, Stefania Cammilletti, attendono tutti gli avventori sotto lo stand enogastronomico per offrire come ogni anno u n menù davvero eccezionale con prodotti sani e genuini preparati in maniera perfetta dalle eccezionali cuoche. Come sempre il direttore artistico di questa kermesse è il grande e attivissimo maestro direttore del complesso strumentale degli Amici della Musica Rossano Cardinali; la festa si avvale del patrocinio della Regione Lazio, del Comune e con il sostegno della Fondazione CaRiCiv, proprio la presidente della Fondazione Cariciv, Gabriella Sarracco a proposito di questa tregiorni ha evidenziato: “La Fondazione c’è e ci sarà sempre per questa importante manifestazione dietro la quale c’è una comunità con una grande sintonia che raggiunge incredibili risultati. Da sempre siamo ammirati dallo spirito di appartenenza e di amore per le proprie tradizioni dei musicanti e delle loro famiglie”. Questa festa, che iniziò nel 1989 in concomitanza col gemellaggio con gli austriaci di Deutschkreutz e poi per gli altri gemellaggi con il comune bavarese di Eglfing e quello spagnolo di Pucol. “Formula collaudata non si cambia: anche il programma di quest’edizione sarà simile agli scorsi anni – spiega il maestro direttore Rossano Cardinali – la manifestazione si aprirà oggi pomeriggio con l’esibizione e la sfilata della banda di Monterosi che sfileranno anche con il loro gruppo di majorettes. Stasera invece spazio all’XI Rassegna “Danzando sotto le stelle”:  questa non è una competizione ma solo una vetrina per sei scuole di danza del comprensorio: Dance World dell’insegnante Gabriella Moroni di Allumiere, il Centro Artistico di Balletto di Marilena Ravaioli di Tolfa e Santa Severa nord; e poi le scuole civitavecchiesi delle insegnanti Anna Maria Baroncini, Claudia Gatti, Diletta Strengacci e Nicoletta Lucchetti. Per oggi, poi, è previsto il momento dedicato alle Donne in Rosa Komen del progetto integrato che si è svolto nel nostro Istituto Musicale. Nel gruppo ci sono due ballerine, Marina Rosati e Patrizia Ballone, e queste hanno montato una coreografia per tutto il gruppo che canterà e danzerà il brano scritto dal maestro Scozzafava e cantato da Alice Paba”. La festa proseguirà sabato con la travolgente street band de la “Frustica”, una banda folk di fama internazionale che utilizza strumenti caratteristici; sabato sera il live dei “Doppio Malto”. Domenica si chiuderà con la sfilata della banda diretta da Rossano Cardinali e con la finale della decima edizione del concorso canoro “Allumiere in…canto”. I finalisti di questo concorso sono gli allievi di canto delle scuole ‘’Lorena Scaccia’’, quella di Max Petronilli e quella di Manola Barbieri. A sfidarsi saranno 30 concorrenti: 14 under 16 e 16 over 16  che cantano dal vivo e, cosa rarissima, non con la base ma accompagnati dalla banda, diretta dal maestro Adriano Scappini. Ma la Festa della Musica non è solo musica ma è anche sinonimo di ottimo cibo, piatti abbondanti, prezzi contenuti, servizio celere e tanta allegria e cortesia.  A tal proposito la presidente degli Amici della Musica Stefania Cammilletti spiega: “In cucina ci sono le mamme dei componenti dell’associazione musicale che sono al lavoro da tempo. Serviremo carne locale e altri prodotti a km zero approvati da Slowfood, preparati in maniera espressa e serviti in stoviglie plastic free. Ovvero piatti e bicchieri compostabili e acqua in bottiglie di vetro. Una scelta più costosa ma voluta perché rispettosa dell’ambiente”.

(09 Ago 2019 - Ore 10:47)

Commenti

Il contenuto di questo campo è privato e non verrà mostrato pubblicamente.
  • Indirizzi web o e-mail vengono trasformati in link automaticamente
  • Elementi HTML permessi: <a> <em> <strong> <cite> <code> <ul> <ol> <li> <dl> <dt> <dd>
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.

Ulteriori informazioni sulle opzioni di formattazione

CAPTCHA
Questa domanda serve a verificare che il form non venga inviato da procedure automatizzate
Image CAPTCHA
Inserisci i caratteri che visualizzi nell'immagine.

Commenti

Invia nuovo commento

Il contenuto di questo campo è privato e non verrà mostrato pubblicamente.
  • Indirizzi web o e-mail vengono trasformati in link automaticamente
  • Elementi HTML permessi: <a> <em> <strong> <cite> <code> <ul> <ol> <li> <dl> <dt> <dd>
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.

Ulteriori informazioni sulle opzioni di formattazione

CAPTCHA
Questa domanda serve a verificare che il form non venga inviato da procedure automatizzate
Image CAPTCHA
Inserisci i caratteri che visualizzi nell'immagine.
Archivio PDF

LA PROVINCIATV

Inviaci le tue foto
Meteo Lazio

NOTIZIE DALLE AZIENDE

ENERGIA E AMBIENTE

ROMA E REGIONE

ITALIA E MONDO



Quotidiano telematico fondato nel 1999 da Massimiliano Grasso - © Copyright Retimedia, c.f. 10381581007 - Reg. Trib. di Civitavecchia n° 2/2000 del 30/8/00 - ISSN 2037-9471 - Direttore responsabile Luca Grossi
Riproduzione riservata.
E' vietato ogni utilizzo di testi, foto e video senza il consenso scritto dell'editore - Privacy Policy