Home » » Denunciati una donna e un uomo italiani per spendita e detenzione di banconote false

 

Denunciati una donna e un uomo italiani per spendita e detenzione di banconote false

VARESE - Giorno 16 aprile u.s., Agenti della Squadra Volanti della Questura di Varese hanno denunciato una donna di anni 38 ed un uomo di anni 31, entrambi cittadini italiani, per spendita e detenzione di banconote false. Nel pomeriggio di ieri il titolare di una gelateria del centro segnalava, a una Volante di passaggio, che poco prima una coppia aveva acquistato un gelato con un banconota da 50 euro, rivelatasi falsa a seguito di un attento controllo. Grazie ad una precisa descrizione dei due soggetti e ad un attenta perlustrazione del territorio, i Poliziotti di Quartiere riuscivano ad individuare i due soggetti descritti dall’esercente. 

 


L’ESITO DELLA PERQUISIZIONE

Sottoposti a  perquisizione, l’uomo veniva trovato in possesso di oltre 600 euro, suddivisi in banconote di piccolo taglio, e la donna in possesso di altre 800 euro. Tra tutte le banconote, veniva riconosciuta la falsità di quattro pezzi da 50 euro, che peraltro riportavano il medesimo numero seriale, coincidente con quello speso poco prima presso la gelateria. Gli Agenti procedevano quindi alle perquisizioni domiciliari dei due soggetti, in due Comuni della Provincia. Presso l’abitazione dell’uomo venivano trovati altri 900 euro suddivisi in banconote di piccolo taglio, oltre che 2 grammi di marijuana; altri 17 grammi di marijuana erano contenuti in un barattolo, e la somma di 210 euro e 1.000 franchi svizzeri venivano rinvenuti presso l’abitazione della donna. Inoltre, poiché dalle borse e dagli scontrini trovati in possesso dei due individui risultava che gli stessi, nel corso della giornata, avevano fatto acquisti in altri esercizi commerciali del centro, gli Agenti effettuavano dei controlli presso altri esercizi commerciali, rinvenendo un’altra banconota da 50 euro falsa, avente il medesimo numero seriale. Tutto il denaro, per un ammontare complessivo di  2.500 euro e 1.000 franchi svizzeri, veniva quindi posto sotto sequestro e i due soggetti venivano denunciati per la spendita e la detenzione in concorso di banconote false, reato che prevede la pena della reclusione da un minimo di un anno e mezzo a un massimo di 8 anni. (Agg.17/4 ore 18,37)


LA SEGNALAZIONE AL PREFETTO


I due, gravati da numerosi precedenti di polizia, venivano inoltre segnalati al Prefetto quali assuntori di sostanze stupefacenti, con conseguente sequestro amministrativo della sostanza rinvenuta all’interno delle loro abitazioni. (Agg.17/4 ore 18,43)

(17 Apr 2019 - Ore 18:31)

Commenti

Il contenuto di questo campo è privato e non verrà mostrato pubblicamente.
  • Indirizzi web o e-mail vengono trasformati in link automaticamente
  • Elementi HTML permessi: <a> <em> <strong> <cite> <code> <ul> <ol> <li> <dl> <dt> <dd>
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.

Ulteriori informazioni sulle opzioni di formattazione

CAPTCHA
Questa domanda serve a verificare che il form non venga inviato da procedure automatizzate
Image CAPTCHA
Inserisci i caratteri che visualizzi nell'immagine.

Commenti

Invia nuovo commento

Il contenuto di questo campo è privato e non verrà mostrato pubblicamente.
  • Indirizzi web o e-mail vengono trasformati in link automaticamente
  • Elementi HTML permessi: <a> <em> <strong> <cite> <code> <ul> <ol> <li> <dl> <dt> <dd>
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.

Ulteriori informazioni sulle opzioni di formattazione

CAPTCHA
Questa domanda serve a verificare che il form non venga inviato da procedure automatizzate
Image CAPTCHA
Inserisci i caratteri che visualizzi nell'immagine.
Archivio PDF

LA PROVINCIATV

Inviaci le tue foto
Meteo Lazio

NOTIZIE DALLE AZIENDE

ENERGIA E AMBIENTE

ROMA E REGIONE

ITALIA E MONDO



Quotidiano telematico fondato nel 1999 da Massimiliano Grasso - © Copyright Retimedia, c.f. 10381581007 - Reg. Trib. di Civitavecchia n° 2/2000 del 30/8/00 - ISSN 2037-9471 - Direttore responsabile Luca Grossi
Riproduzione riservata.
E' vietato ogni utilizzo di testi, foto e video senza il consenso scritto dell'editore - Privacy Policy