Home » » Differenziata, discariche a cielo aperto

 

Differenziata, discariche a cielo aperto

Situazione difficile con diversi cumuli di spazzatura sparsi per la città e la Csp in affanno nel tentativo di arginare il fenomeno dell’abbandono selvaggio di spazzatura. De Leva: "Da lunedì misure più dure". Grasso (La Svolta): "C’è un problema di igiene e salute pubblica. Se Cozzolino non è grado intervenga il prefetto"

CIVITAVECCHIA - Il problema delle discariche a cielo aperto a Civitavecchia non accenna a diminuire. Un disagio per i cittadini non indifferente perché mentre la Csp prosegue a ritmo serrato la rimozione dei cassonetti i cumuli di spazzatura ricompaiono o rimangono invariati dall’avvio del secondo step della raccolta differenziata porta a porta. È il caso di San Gordiano, Sant’Agostino o via Scirè dove gli abitanti stanno moltiplicando le segnalazioni all’azienda chiedendo che si proceda finalmente alla rimozione di quella che è diventata una vera e propria discarica a cielo aperto per la gioia di gabbiani, cani randagi e topi. «In questi giorni - ha spiegato l’amministratore della Csp Francesco De Leva - sono state rimosse molte tonnellate di rifiuti, circa il triplo di quanto previsto. Erano disagi che ci aspettavamo. Siamo al lavoro - ha continuato - per rimuovere queste discariche a cielo aperto. Bisogna dire che in molte zone - ha sottolineato - non appena ritiriamo l’immondizia ne viene gettata altra dopo qualche ora. Stiamo raccogliendo le segnalazioni dei cittadini e il nostro sito è attivo 12 ore al giorno ma il lavoro è davvero molto».

In diverse zone, come ad esempio San Liborio, i vecchi cassonetti sono stati ritirati ma alcuni cittadini continuano a gettare sacchi pieni di spazzatura in strada, dove prima si trovavano. Una situazione al limite del tollerabile, basta girare per Civitavecchia per vedere cumuli di immondizia di varie dimensioni (si va dal piccolo fino ad arrivare a disgustosi mausolei di spazzatura come in via Scirè). Ci sono poi zone in cui non è stata ancora prelevata. «Sono tutte in lista - ha rassicurato De Leva - siamo stati costretti a tenere ancora i vecchi compattatori ma tra qualche giorno dovremo restituirli e quindi dovremo intensificare il lavoro degli ispettori ambientali e delle foto trappole, a partire da lunedì. Già in questi giorni sono state fatte moltissime multe». Resta il dubbio e, soprattutto, una situazione indecorosa e pericolosa, con la fauna che banchetta lautamente dalle discariche a cielo aperto.

Non ha dubbi il capogruppo della Svolta Massimiliano Grasso che dichiara: «Con questi cumuli di sacchi di spazzatura e di immondizia - tuona - si è venuto a creare un problema di igiene e di salute pubblica e quindi è il Sindaco come primo responsabile a dover intervenire. Se Cozzolino non è in grado allora intervenga il prefetto».  

(31 May 2019 - Ore 10:30)

Commenti

Il contenuto di questo campo è privato e non verrà mostrato pubblicamente.
  • Indirizzi web o e-mail vengono trasformati in link automaticamente
  • Elementi HTML permessi: <a> <em> <strong> <cite> <code> <ul> <ol> <li> <dl> <dt> <dd>
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.

Ulteriori informazioni sulle opzioni di formattazione

CAPTCHA
Questa domanda serve a verificare che il form non venga inviato da procedure automatizzate
Image CAPTCHA
Inserisci i caratteri che visualizzi nell'immagine.

Commenti

Invia nuovo commento

Il contenuto di questo campo è privato e non verrà mostrato pubblicamente.
  • Indirizzi web o e-mail vengono trasformati in link automaticamente
  • Elementi HTML permessi: <a> <em> <strong> <cite> <code> <ul> <ol> <li> <dl> <dt> <dd>
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.

Ulteriori informazioni sulle opzioni di formattazione

CAPTCHA
Questa domanda serve a verificare che il form non venga inviato da procedure automatizzate
Image CAPTCHA
Inserisci i caratteri che visualizzi nell'immagine.
Archivio PDF

LA PROVINCIATV

Inviaci le tue foto
Meteo Lazio

NOTIZIE DALLE AZIENDE

ENERGIA E AMBIENTE

ROMA E REGIONE

ITALIA E MONDO



Quotidiano telematico fondato nel 1999 da Massimiliano Grasso - © Copyright Retimedia, c.f. 10381581007 - Reg. Trib. di Civitavecchia n° 2/2000 del 30/8/00 - ISSN 2037-9471 - Direttore responsabile Luca Grossi
Riproduzione riservata.
E' vietato ogni utilizzo di testi, foto e video senza il consenso scritto dell'editore - Privacy Policy