Home » » Esternalizzazioni, via alla campagna referendaria

 

Esternalizzazioni, via alla campagna referendaria

Per le consultazioni del 5 e 6 febbraio i comitati per il sì affilano le armi. Particolare attenzione per le farmacie comunali

\Comitatodi MARCO SETACCIOLI

La due giorni referendaria sulle esternalizzazioni si avvicina e i comitati promotori affilano le armi. Come previsto dalla legge comincia infatti oggi, ad un mese dalle consultazioni del 5 e 6 febbraio, la campagna elettorale.
Una battaglia di civiltà , come l'ha definita l'ex consigliere del Prc Simona Ricotti, che ha ammesso che il grosso sforzo dei comitati sarà  quello di far comprendere ai cittadini la rilevanza delle materie trattate, combattendo i tecnicismi dei quesiti, che, rischiano di essere incomprensibili.
La prima richiesta di abrogazione riguarda la delibera sulle esternalizzazioni delle farmacie comunali, non imposta - ha detto Ricotti - dalla legge, visto anche che si tratta di un servizio in attivo, i cui guadagni, sono impiegati per finanziare progetti sociali e che in caso di strasformazione in Spa potrebbero finire nelle tasche del Cda.
D'accordo anche il dirigente dell'Area competente Bruno La Rosa, che ha esposto nel dettaglio i servizi offerti dalle farmacie pubbliche come la distribuzione di prodotti per la prima infanzia e di alcuni farmaci gratuiti. A questi si sommano però anche l'apertura di una sorta di ambulatorio ad Aurelia (presso la succursale locale) ed il trasporto ad Albano delle donne che risultano positive allo screening di senologia cofinanziato dalla Fondazione Cariciv. Una funzione sociale da difendere, insomma - aggiunge anche l'ex presidente del Consiglio Comunale Gino Vinaccia - che dovremo far percepire ai cittadini, già  bombardati da due campagne elettorali.
Altrettanto importante il secondo quesito, riguardante il passaggio all'Etm di Scuolabus e trasporto disabili, i quali - ha detto Flavio Zeppa dell'Rdb - non possono essere erogati in base a logiche aziendalistiche, che altrove stanno portando a numerosi licenziamenti. Intendiamo promuovere - ha concluso Zeppa - una occasione di democrazia, contro una scelta scriteriata, che non garantisce nà© i cittadini nà© i lavoratori. Critico infine anche il segretario della Fp Cgil Diego Nunzi, che ha preannunciato la pubblicazione di uno studio del Formez sulla antieconomicità  delle esternalizzazioni e l'apertura di una sede del movimento in via Enrico Toti.

(03 Gen 2006 - Ore 19:56)

Commenti

Il contenuto di questo campo è privato e non verrà mostrato pubblicamente.
  • Indirizzi web o e-mail vengono trasformati in link automaticamente
  • Elementi HTML permessi: <a> <em> <strong> <cite> <code> <ul> <ol> <li> <dl> <dt> <dd>
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.

Ulteriori informazioni sulle opzioni di formattazione

CAPTCHA
Questa domanda serve a verificare che il form non venga inviato da procedure automatizzate
Image CAPTCHA
Inserisci i caratteri che visualizzi nell'immagine.

Commenti

Invia nuovo commento

Il contenuto di questo campo è privato e non verrà mostrato pubblicamente.
  • Indirizzi web o e-mail vengono trasformati in link automaticamente
  • Elementi HTML permessi: <a> <em> <strong> <cite> <code> <ul> <ol> <li> <dl> <dt> <dd>
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.

Ulteriori informazioni sulle opzioni di formattazione

CAPTCHA
Questa domanda serve a verificare che il form non venga inviato da procedure automatizzate
Image CAPTCHA
Inserisci i caratteri che visualizzi nell'immagine.
Archivio PDF

LA PROVINCIATV

Inviaci le tue foto
Meteo Lazio

NOTIZIE DALLE AZIENDE

ENERGIA E AMBIENTE

ROMA E REGIONE

ITALIA E MONDO



Quotidiano telematico fondato nel 1999 da Massimiliano Grasso - © Copyright Retimedia, c.f. 10381581007 - Reg. Trib. di Civitavecchia n° 2/2000 del 30/8/00 - ISSN 2037-9471 - Direttore responsabile Luca Grossi
Riproduzione riservata.
E' vietato ogni utilizzo di testi, foto e video senza il consenso scritto dell'editore - Privacy Policy