LUNEDì 18 Novembre 2019 - Aggiornato alle 20:42

Home » » Fondo di Solidarietà per i mutui prima casa

 

Fondo di Solidarietà per i mutui prima casa

IL PUNTO FISCALE. Con 20 milioni di euro operativo il Fondo di Solidarietà del MEF per i mutui prima casa

 

La sospensione dei mutui - Con una nota pubblicata sul sito internet del MEF lo stesso ministero ha reso noto che dal 27 aprile torna operativo il Fondo di Solidarietà per i mutui prima casa. Il fondo sospende fino a 18 mesi, il pagamento dell’intera rata del mutuo per l’acquisto dell’abitazione principale. Il Decreto “Salva Italia” ha rifinanziato ulteriori 20 milioni di euro per sostenere i costi relativi agli interessi maturati sul debito residuo durante il periodo della sospensione. Il Fondo in pratica ripagherà alla banca il tasso di interesse applicato al mutuo con esclusione della componente di “spread”. Operativo dal 2010 - Si ricorda che il Fondo è operativo fin dalla fine del 2010, e ha consentito, la sospensione di circa 6.000 mutui, la sospensione non comporta l'applicazione di commissioni o spese di istruttoria e non vengono richieste garanzie aggiuntive. La sospensione viene concessa anche per i mutui che hanno già fruito di altre misure di sospensione, purché tali misure non determinino complessivamente una sospensione dell'ammortamento superiore a 18 mesi. Requisiti per la sospensione dei mutui - La sospensione non può essere richiesta per i mutui per il quali vi sia un ritardo nei pagamenti superiore a novanta giorni consecutivi al momento della presentazione della domanda da parte del mutuatario, ovvero per i quali sia intervenuta la decadenza dal beneficio del termine o la risoluzione del contratto stesso, anche tramite notifica dell'atto di precetto, o sia stata avviata da terzi una procedura esecutiva sull'immobile ipotecato. Allo stesso tempo, non può essere richiesta quando vi sia la fruizione di agevolazioni pubbliche, oppure vi sia un'assicurazione a copertura del rischio che si verifichino gli eventi di cui sopra, purché tale assicurazione garantisca il rimborso almeno degli importi delle rate oggetto della sospensione e sia efficace nel periodo di sospensione stesso. 

La richiesta della sospensione – Secondo i nuovi criteri previsti dal Regolamento del Fondo, la sospensione è concessa per i mutui di importo erogato non superiore a 250.000 euro, in ammortamento da almeno un anno, e il cui titolare abbia un ISEE (indicatore della situazione economica equivalente) che non sia superiore a 30.000 euro. Sospensione del pagamento - La sospensione del pagamento della rata del mutuo è subordinata al verificarsi di alcuni eventi, che devono riguardare la persona del mutuatario, e che sono intervenuti successivamente alla stipula del contratto di mutuo e accaduti nei 3 anni antecedenti alla richiesta di ammissione al beneficio. In particolare vi deve essere la cessazione del rapporto di lavoro subordinato, a eccezione delle ipotesi di risoluzione consensuale, per limiti di età con diritto a pensione di vecchiaia o di anzianità, di licenziamento per giusta causa o giustificato motivo soggettivo, di dimissioni del lavoratore non per giusta causa, con attualità dello stato di disoccupazione. Oppure si deve verificare la cessazione dei rapporti di lavoro di cui all'art. 409, numero 3), del codice di procedura civile, ad eccezione delle ipotesi di risoluzione consensuale, di recesso datoriale per giusta causa, di recesso del lavoratore non per giusta causa, con attualità dello stato di disoccupazione, oppure in caso di morte o riconoscimento di handicap grave, ai sensi dell'art. 3, comma 3, della Legge 5 febbraio 1992, n. 104, ovvero di invalidità civile non inferiore all'80%. Nel caso di un mutuo cointestato, gli eventi possono riferirsi anche ad uno solo dei mutuatari. Modalità di richiesta - La richiesta relativamente alla sospensione potrà essere effettuata a partire  da quando entra in vigore il nuovo regolamento e bisognerà utilizzare la nuova modulistica che verrà resa disponibile dal sito del Ministero dell’Economia e delle Finanze (www.mef.gov.it) e della CONSAP (www.consap.it), società che gestisce il fondo. Le domande vanno presentate direttamente presso la banca o l’intermediario finanziario che ha erogato il mutuo, e verificata la completezza e regolarità formale dell’istanza, la inoltra a CONSAP S.p.A. che a sua volta verificati i presupposti, rilascia il nulla osta alla sospensione del pagamento delle rate di mutuo. La comunicazione della sospensione all’interessato avverrà dalla banca dopo il nulla osta della CONSAP.

A cura del Consiglio ODCEC di Civitavecchia in collaborazione con Fiscal Focus
Il Presidente Professor Massimo Ferri

(27 Apr 2013 - Ore 19:31)

Commenti

Il contenuto di questo campo è privato e non verrà mostrato pubblicamente.
  • Indirizzi web o e-mail vengono trasformati in link automaticamente
  • Elementi HTML permessi: <a> <em> <strong> <cite> <code> <ul> <ol> <li> <dl> <dt> <dd>
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.

Ulteriori informazioni sulle opzioni di formattazione

CAPTCHA
Questa domanda serve a verificare che il form non venga inviato da procedure automatizzate
Image CAPTCHA
Inserisci i caratteri che visualizzi nell'immagine.

Commenti

Invia nuovo commento

Il contenuto di questo campo è privato e non verrà mostrato pubblicamente.
  • Indirizzi web o e-mail vengono trasformati in link automaticamente
  • Elementi HTML permessi: <a> <em> <strong> <cite> <code> <ul> <ol> <li> <dl> <dt> <dd>
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.

Ulteriori informazioni sulle opzioni di formattazione

CAPTCHA
Questa domanda serve a verificare che il form non venga inviato da procedure automatizzate
Image CAPTCHA
Inserisci i caratteri che visualizzi nell'immagine.
Archivio PDF

LA PROVINCIATV

Inviaci le tue foto
Meteo Lazio

NOTIZIE DALLE AZIENDE

ENERGIA E AMBIENTE

ROMA E REGIONE

ITALIA E MONDO



Quotidiano telematico fondato nel 1999 da Massimiliano Grasso - © Copyright Retimedia, c.f. 10381581007 - Reg. Trib. di Civitavecchia n° 2/2000 del 30/8/00 - ISSN 2037-9471 - Direttore responsabile Luca Grossi
Riproduzione riservata.
E' vietato ogni utilizzo di testi, foto e video senza il consenso scritto dell'editore - Privacy Policy