Home » » La Cpc crolla nel finale

 

La Cpc crolla nel finale

Abbattuti 3-1 in zona Cesarini gli Juniores della Cpc2005 a Vetralla. In vantaggio di un gol nella prima frazione, ne prendono poi tre nei sette minuti finali. Succede di tutto e su di un campo al limite della praticabilità, dove, una compagine si ridotta al lumicino tra assenze e infortuni, riesce comunque con De Carli, imbeccato da Lanari, ad aggiudicarsi la prima frazione sfiorando in almeno altre e due occasioni la rete del due a zero. Nella ripresa la compagine portuale addietra troppo il baricentro mostrando il fianco ai viterbesi, che ne approfittano andando più volte vicino al pari. In piena zona Cesarini prima il Vetralla pareggia con Santoro, per poi sferrare l’uno due con Spolverini e Vittorini su rigore, che gli permette di aggiudicarsi l’incontro. Una vera e propria sofferenza che troppo segna questa squadra, incapace in questa stagione talvolta nel mantenere risultati acquisiti, offendo nei finali di gara parziali di vera e propria follia. Il presidente Sergio Presutti a fine gara: «Una gara folle da parte nostra e con una squadra che mostra una fragilità unica. In vantaggio per uno a zero fino a sei minuti dalla fine, sfiorando dopo il vantaggio almeno tre nitide palle gol, capitola come già avvenuto altre volte sciogliendosi come neve al sole. Una compagine non in grado di gestire le gare, perché è inverosimile comandare la gara per quasi tutta la partita, per poi cadere in questa maniera sotto un vero e proprio arrembaggio degli avversari. C’è evidentemente da rivedere qualcosa nella condotta della gara, a partire dall’atteggiamento per finire all’attenzione da parte di tutti».
Passano i ministeriali dell’Astrea sugli Allievi portuali, con un 3-0 frutto di due gol nel primo tempo e uno nella ripresa. L’Astrea terza in classifica non era certamente la squadra da battere ad ogni costo per mantenere la categoria, visto che il divario apparso quest’anno tra le prime e le ultime sembra insormontabile. Si avvicina l’Atletico Ladispoli che pareggia col Petriana, ora a un solo punto, e domenica i ragazzi di Da Lozzo gli faranno visita in un incontro da dentro o fuori. Le marcature degli ospiti portano la firma di Maiuri al decimo del primo tempo su rigore, Di Marco era franato su un giocatore ospite nell’azione precedente, di Galimi due minuti dopo su azione  e nella ripresa di Barchelli a tredici minuti dalla fine. Si riscatterà   Di Marco del penalty procurato  al 72’, quando dopo averne causato un altro  parerà il rigore al calciatore dell’Astrea. La Cpc2005 non è stata a guardare e le occasioni più limpide le ha create nel primo tempo, quando prima Visciola e poi De Santis hanno trovato il ben preparato portiere ospite a dirgli di no. Nella ripresa tra tanto possesso e poca lucidità davanti è Maccarini atentare l’acuto, ma  il tutto seppur l’azione sia stata pregevole lo farà con scarsa fortuna. Tutto si proietta a domenica prossima quando senza indugio serviranno i tre punti, uscire bene da quel di Marina di San Nicola contro il Ladispoli significherebbe metà salvezza in tasca.
Escono sconfitti 3-2 i Giovanissimi dal match col Selva Candida, con un primo tempo gagliardo e una ripresa diretta in malo modo dalla giacchetta nera di turno. «Ci spiace la retorica - spiegano dalla società - o addossare una sconfitta ad un arbitraggio altamente insufficiente, ma rimane la convinzione del primo tempo perfetto dei ragazzi di Smeraglia, concluso sul due a zero a loro favore grazie alle reti Bartoloni e Rossi, e una ripresa che vedeva i locali venir fuori grazie alla bontà del loro organico ma platealmente aiutati quando non serviva. Dispiace per il rigore che ha permesso di dimezzare lo svantaggio al Selva Candida, visto che precedentemente un fallo plateale su Rossi non aveva invece indotto la giacchetta nera a fischiare il penalty a nostro favore. Soprattutto si rimane basiti e si spera ci sia stato un osservatore a rimarcare il tutto, vedere il Selva candida andare in gol con due nostri giocatori sdraiati per infortunio sulla riga di porta da almeno due minuti (per uno si sospetta la rottura del polso - ndr) e con l’attaccante che toglieva con la testa la sfera dalle mani del portiere rosso portuale per poi insaccarla tra lo stupore di tutti. A quest’età è la passione delle società, dei ragazzi e delle loro famiglie a muovere il mondo del pallone giovanile, lo stesso dovrebbe essere per i direttori di gara. Serve poco se non a nulla segnalare questi comportamenti o direzioni incompetenti. Alla fine ognuno dovrebbe rendersi conto se ne vale la pena o meno di guidare questi ragazzi nel loro divertimento primario, perché è inverosimile tralasciare due ragazzi a terra infortunati per vedere come va l’azione».

(27 Feb 2018 - Ore 17:45)

Commenti

Il contenuto di questo campo è privato e non verrà mostrato pubblicamente.
  • Indirizzi web o e-mail vengono trasformati in link automaticamente
  • Elementi HTML permessi: <a> <em> <strong> <cite> <code> <ul> <ol> <li> <dl> <dt> <dd>
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.

Ulteriori informazioni sulle opzioni di formattazione

CAPTCHA
Questa domanda serve a verificare che il form non venga inviato da procedure automatizzate
Image CAPTCHA
Inserisci i caratteri che visualizzi nell'immagine.

Commenti

Invia nuovo commento

Il contenuto di questo campo è privato e non verrà mostrato pubblicamente.
  • Indirizzi web o e-mail vengono trasformati in link automaticamente
  • Elementi HTML permessi: <a> <em> <strong> <cite> <code> <ul> <ol> <li> <dl> <dt> <dd>
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.

Ulteriori informazioni sulle opzioni di formattazione

CAPTCHA
Questa domanda serve a verificare che il form non venga inviato da procedure automatizzate
Image CAPTCHA
Inserisci i caratteri che visualizzi nell'immagine.

PRIMA PAGINA WEBTV

Inviaci le tue foto
banner CivonSale
Meteo Lazio

NOTIZIE DALLE AZIENDE

ENERGIA E AMBIENTE

  • Evitato un disastro ambientale

    20 Giu 2018 - Assovoce in pattugliamento antincendio interviene tempestivamente su una discarica abusiva a Monte Abatone data alle fiamme. Il presidente Giuseppe del Regno: « E’ intervenuta la Polizia locale, la Asl  e i Carabinieri forestali; chiesto anche l’ausilio delle guardie ecozoofile per la presenza di animali vivi minacciati dal rogo» VIDEO

  • Rifiuti abbandonati, arriva Ecopoint

    18 Giu 2018 - Con l'app i cittadini potranno segnalare la presenza di discariche abusive e monitorare lo stato di avanzamento della segnalazione fino alla chiusura della pratica. VIDEO1 VIDEO2

ROMA E REGIONE

ITALIA E MONDO

archivio articolo 1999 - 2005



Quotidiano telematico fondato nel 1999 da Massimiliano Grasso - © Copyright Retimedia, c.f. 10381581007 - Reg. Trib. di Civitavecchia n° 2/2000 del 30/8/00 - ISSN 2037-9471 - Direttore responsabile Luca Grossi
Riproduzione riservata.
E' vietato ogni utilizzo di testi, foto e video senza il consenso scritto dell'editore - Privacy Policy