DOMENICA 20 Ottobre 2019 - Aggiornato alle 22:19

Home » » ‘‘Randstad With Hearth’’, 300mila ore di volontariato in orario d’ufficio

 

‘‘Randstad With Hearth’’, 300mila ore di volontariato in orario d’ufficio

Nuova iniziativa del leader mondiale nei servizi per le risorse umane

Roma - Impiegare parte del tempo dedicato al lavoro per sostenere le buone cause e permettere ai propri dipendenti di dedicarsi ad attività sociali e di volontariato. È l’obiettivo di ‘Randstad With Heart’, il progetto di responsabilità sociale d’impresa lanciato da Randstad, leader mondiale nei servizi per le risorse umane, in 38 paesi nel mondo. Un’iniziativa che consente agli oltre 38mila dipendenti dell’agenzia per il lavoro di usufruire di 8 ore all’anno di permessi retribuiti per svolgere attività di volontariato per un’organizzazione no profit di propria scelta, per un totale di oltre 300mila ore annuali di lavoro volontario. Il progetto non aiuta i dipendenti soltanto sotto forma di permessi retribuiti ma fornisce anche un supporto tecnologico: una piattaforma online accessibile a tutti i dipendenti Randstad in ogni parte del mondo permetterà agli impiegati di aderire a iniziative di volontariato, fare donazioni o proporre un’attività e invitare i colleghi a partecipare. 
“Le persone sono il cuore del nostro business - afferma Marco Ceresa, amministratore delegato Randstad Italia - e per noi è importante usare le nostre competenze e la nostra esperienza per restituire un contributo positivo alle comunità in cui operiamo. Nei lavoratori c’è un diffuso bisogno di avere un ruolo attivo nella società attraverso il volontariato: con ‘Randstad With Heart’ abbiamo voluto mettere i nostri dipendenti nelle condizioni di poter sostenere le buone cause e le organizzazioni caritatevoli che preferiscono, utilizzando parte delle ore che passano in ufficio per il lavoro volontario ed evitando così di penalizzare il proprio equilibrio fra vita professionale e privata”.
Del resto, i risultati del Workmonitor - l’indagine trimestrale di Randstad sul mondo del lavoro che nel terzo trimestre del 2018 ha analizzato l’ambito della responsabilità sociale d’impresa e del lavoro volontario - hanno evidenziato come gli italiani siano sensibili al tema del volontariato: per quasi tre dipendenti su quattro (74%), infatti, è importante dare un contributo alla società attraverso il lavoro volontario. Più contenuta la percentuale di chi effettivamente si dedica ad attività di volontariato (34%), ma ben il 75% afferma che si impegnerebbe nel lavoro volontario se l’azienda in cui è impiegato concedesse dei permessi retribuiti.

(09 Mar 2019 - Ore 13:39)

Commenti

Il contenuto di questo campo è privato e non verrà mostrato pubblicamente.
  • Indirizzi web o e-mail vengono trasformati in link automaticamente
  • Elementi HTML permessi: <a> <em> <strong> <cite> <code> <ul> <ol> <li> <dl> <dt> <dd>
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.

Ulteriori informazioni sulle opzioni di formattazione

CAPTCHA
Questa domanda serve a verificare che il form non venga inviato da procedure automatizzate
Image CAPTCHA
Inserisci i caratteri che visualizzi nell'immagine.

Commenti

Invia nuovo commento

Il contenuto di questo campo è privato e non verrà mostrato pubblicamente.
  • Indirizzi web o e-mail vengono trasformati in link automaticamente
  • Elementi HTML permessi: <a> <em> <strong> <cite> <code> <ul> <ol> <li> <dl> <dt> <dd>
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.

Ulteriori informazioni sulle opzioni di formattazione

CAPTCHA
Questa domanda serve a verificare che il form non venga inviato da procedure automatizzate
Image CAPTCHA
Inserisci i caratteri che visualizzi nell'immagine.
Archivio PDF

LA PROVINCIATV

Inviaci le tue foto
Meteo Lazio

NOTIZIE DALLE AZIENDE

ENERGIA E AMBIENTE

ROMA E REGIONE

ITALIA E MONDO



Quotidiano telematico fondato nel 1999 da Massimiliano Grasso - © Copyright Retimedia, c.f. 10381581007 - Reg. Trib. di Civitavecchia n° 2/2000 del 30/8/00 - ISSN 2037-9471 - Direttore responsabile Luca Grossi
Riproduzione riservata.
E' vietato ogni utilizzo di testi, foto e video senza il consenso scritto dell'editore - Privacy Policy