GIOVEDì 21 Novembre 2019 - Aggiornato alle 22:47

Home » » Rapina a Osteria Nuova, migliorano le condizioni di Bendia

 

Rapina a Osteria Nuova, migliorano le condizioni di Bendia

Carabinieri al lavoro sugli identikit dei malviventi

LADISPOLI Migliorano le condizioni di Paolo Bendia, il 46enne professionista di Ladispoli rimasto gravemente ferito sabato durante la rapina ai danni di un ufficio postale nella zona di Osteria Nuova, alla periferia di Roma. L'uomo era in fila per pagare un bollettino quando è stato raggiunto da un proiettile, partito forse in maniera accidentale ad uno dei malviventi. L'uomo è caduto a terra e, sebbene in un lago di sangue, non ha perso i sensi immediatamente. Portato prima nell'ospedale di Bracciano è stato poi trasferito in eliambulanza al San Filippo Neri a Roma a causa della gravità  della ferita. Qui ieri è stato immediatamente sottoposto a un intervento chirurgico. Oggi le sue condizioni venivano definite in fase di miglioramento. Tuttavia, Bendia à© ancora in stato di coma ed i sanitari continuano a riservarsi la prognosi, come faranno per almeno i tre prossimi giorni.
Nel frattempo i carabinieri della Compagnia Cassia stanno lavorando sugli identikit dei due rapinatori. I testimoni del tentativo di rapina hanno fornito agli investigatori descrizioni sufficientemente accurate dei banditi, che hanno agito a volto scoperto. Descrizioni precise anche se l'azione si è svolta in modo fulmineo: i due rapinatori hanno fatto appena in tempo ad entrare nell'ufficio postale ed a intimare ai vari utenti presenti di stare fermi, che è partito un colpo dalla loro pistola che ha raggiunto alla nuca Paolo Bendia, ferendolo gravemente. Subito dopo sono fuggiti. Viene giudicata ˜verosimile'' l'ipotesi che il colpo di pistola sparato dai due aggressori possa essere partito accidentalmente. A rafforzare questa idea c'à© il fatto che non si era creata una situazione di tensione tale o di pericolo che potesse motivare la necessità  di sparare, tanto meno di ferire uno dei presenti. Gli investigatori sono in possesso anche di un altro elemento: i banditi hanno parlato in lingua italiana, sembra senza particolari inflessioni. Cià farebbe escludere la possibilità  che i rapinatori possano essere stranieri.

(16 Gen 2006 - Ore 15:46)

Commenti

Il contenuto di questo campo è privato e non verrà mostrato pubblicamente.
  • Indirizzi web o e-mail vengono trasformati in link automaticamente
  • Elementi HTML permessi: <a> <em> <strong> <cite> <code> <ul> <ol> <li> <dl> <dt> <dd>
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.

Ulteriori informazioni sulle opzioni di formattazione

CAPTCHA
Questa domanda serve a verificare che il form non venga inviato da procedure automatizzate
Image CAPTCHA
Inserisci i caratteri che visualizzi nell'immagine.

Commenti

Invia nuovo commento

Il contenuto di questo campo è privato e non verrà mostrato pubblicamente.
  • Indirizzi web o e-mail vengono trasformati in link automaticamente
  • Elementi HTML permessi: <a> <em> <strong> <cite> <code> <ul> <ol> <li> <dl> <dt> <dd>
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.

Ulteriori informazioni sulle opzioni di formattazione

CAPTCHA
Questa domanda serve a verificare che il form non venga inviato da procedure automatizzate
Image CAPTCHA
Inserisci i caratteri che visualizzi nell'immagine.
Archivio PDF

LA PROVINCIATV

Inviaci le tue foto
Meteo Lazio

NOTIZIE DALLE AZIENDE

ENERGIA E AMBIENTE

ROMA E REGIONE

ITALIA E MONDO



Quotidiano telematico fondato nel 1999 da Massimiliano Grasso - © Copyright Retimedia, c.f. 10381581007 - Reg. Trib. di Civitavecchia n° 2/2000 del 30/8/00 - ISSN 2037-9471 - Direttore responsabile Luca Grossi
Riproduzione riservata.
E' vietato ogni utilizzo di testi, foto e video senza il consenso scritto dell'editore - Privacy Policy