Home » » Rifiuti, Pasquini: ''Si cancelli  Allumiere''

 

Rifiuti, Pasquini: ''Si cancelli  Allumiere''

Il sindaco ha scritto una lettera a Città Metropolitana per chiedere la rimozione del sito dalle aree considerate idonee alla realizzazione di impianti per la gestione dei rifiuti»
L’amministrazione ribadisce il no incondizionato ad ogni ipotesi di discarica

ALLUMIERE - La giunta Pasquini dà il via alla battaglia contro Città Metropolitana di Roma inviando una dura lettera per chiedere con fermezza la cancellazione dell’area di Allumiere dalla mappa dei siti considerati da Città Metropolitana idonei per la realizzazione di impianti di gestione dei rifiuti. «Sabato 6 ottobre scorso dalla stampa nazionale e dal giornale on line di Roma siamo venuti a conoscenza che tecnici della Città Metropolitana di Roma hanno individuato i siti idonei ad ospitare i nuovi impianti per la gestione dei rifiuti e questa mappatura, in attesa dell’approvazione del Consiglio Metropolitano, sia stata già inviata alla Regione Lazio - scrive il sindaco Antonio Pasquini nella lettera - nello specifico si enunciano discariche, inceneritori, centri di trattamento che saranno realizzati in comuni che hanno come caratteristiche la presenza di cave non in esercizio o le cosiddette aree bianche. Sempre dai giornali si viene a conoscenza che tra i comuni inseriti nella mappatura è presente Allumiere. Ormai da anni, quando si parla di crisi rifiuti della città di Roma o piano rifiuti, si propongono i comuni della ex provincia di Roma e troppo spesso, il territorio del Comune di Allumiere». (agg. 10/10 ore 7.51) segue

IL PERCORSO. Pasquini poi sinteticamente nella lettera spiega ai destinatari della missiva il percorso che: «Questa amministrazione ha  intrapreso per ribadire il totale ed  incondizionato ‘’NO’’ ad ogni eventuale ipotesi di discarica nel  territorio del nostro comprensorio. Il consiglio comunale di Allumiere, fin dal 2009, si è espresso, congiuntamente ed unanimemente, contro ogni ipotesi di discarica sul territorio di Allumiere; ha  sensibilizzato tutto il comprensorio riuscendo a far approvare, presso il Comune di Civitavecchia, una deliberazione cui hanno aderito otto Comuni e le Università Agrarie per respingere ogni tentativo di realizzare un dopo Malagrotta; ha intrapreso ben due ricorsi legali; ha avuto l’approvazione, da parte dell’allora Provincia di Roma, della delibera di contrarietà contro la discarica; ha ricevuto da parte del  Presidente della Regione Lazio, una conferma certa sul fatto che sul nostro territorio mai si sarebbe posizionata una discarica». Il primo cittadino collinare, poi, evidenzia: «Abbiamo l’oggettiva convinzione che il nostro territorio ha subito molteplici vessazioni quali le servitù militari, l’inquinamento prodotto dalle centrali dell’Enel, da Tirreno Power e  dai fumi delle navi del porto. Tutto ciò va a gravare su un territorio tutelato dalla direttiva 79/409/CEE, meglio nota come Direttiva Uccelli ed in Zona a Protezione Speciale (ZPS) creata dall’Unione Europea per la protezione e la conservazione degli habitat e delle specie animali e vegetali, identificati come prioritari dagli Stati membri dell’Unione europea. A fronte di tutto ciò Allumiere, sempre attenta alla tutela del territorio, ha adottato, fin dal 2010, il progetto di raccolta differenziata ‘’porta a porta’’ differenziando oltre il 70% dei rifiuti urbani ed il prossimo anno sarà introdotta la tariffa puntuale; ha posizionato il fotovoltaico presso alcuni immobili comunali ed ha installato le fontanelle pubbliche per un abbattimento dell’uso della plastica. Tutto ciò investendo notevoli risorse economiche e logistiche per adottare una politica che vada a favore dell’ambiente, del risparmio energetico e per mantenere integro l’habitat del nostro territorio». (agg. 10/10 ore 8.30)

IL NO DI ALLUMIERE. Pasquini poi conclude ribadendo con forza: «Abbiamo già dato tutto ciò che potevamo dare; la cittadinanza non è più disponibile ad accettare alcuna imposizione che possa in qualche modo condizionare la salute e l’incolumità dei cittadini. Non permetteremo mai che i rifiuti della Capitale vengano indirizzati verso aree del nostro territorio. Ribadiamo il totale ed incondizionato ‘’No’’ ad ogni eventuale ipotesi di discarica nel  territorio del nostro comprensorio e, se quanto riportato dalla stampa corrisponde a verità, invitiamo tutti ad operarsi al fine di stralciare il Comune di Allumiere dalle aree definite ‘’idonee’’ dai tecnici della Città Metropolitana. Ci rendiamo disponibili fin da subito ad un confronto diretto e leale nell’interesse dell’ambiente e della salute dei cittadini». (agg. 10/10 ore 9)

(10 Ott 2018 - Ore 07:51)

Commenti

Il contenuto di questo campo è privato e non verrà mostrato pubblicamente.
  • Indirizzi web o e-mail vengono trasformati in link automaticamente
  • Elementi HTML permessi: <a> <em> <strong> <cite> <code> <ul> <ol> <li> <dl> <dt> <dd>
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.

Ulteriori informazioni sulle opzioni di formattazione

CAPTCHA
Questa domanda serve a verificare che il form non venga inviato da procedure automatizzate
Image CAPTCHA
Inserisci i caratteri che visualizzi nell'immagine.

Commenti

Invia nuovo commento

Il contenuto di questo campo è privato e non verrà mostrato pubblicamente.
  • Indirizzi web o e-mail vengono trasformati in link automaticamente
  • Elementi HTML permessi: <a> <em> <strong> <cite> <code> <ul> <ol> <li> <dl> <dt> <dd>
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.

Ulteriori informazioni sulle opzioni di formattazione

CAPTCHA
Questa domanda serve a verificare che il form non venga inviato da procedure automatizzate
Image CAPTCHA
Inserisci i caratteri che visualizzi nell'immagine.

PRIMA PAGINA WEBTV

Inviaci le tue foto
Meteo Lazio

NOTIZIE DALLE AZIENDE

ENERGIA E AMBIENTE

ROMA E REGIONE

ITALIA E MONDO

archivio articolo 1999 - 2005



Quotidiano telematico fondato nel 1999 da Massimiliano Grasso - © Copyright Retimedia, c.f. 10381581007 - Reg. Trib. di Civitavecchia n° 2/2000 del 30/8/00 - ISSN 2037-9471 - Direttore responsabile Luca Grossi
Riproduzione riservata.
E' vietato ogni utilizzo di testi, foto e video senza il consenso scritto dell'editore - Privacy Policy