LUNEDì 15 Luglio 2019 - Aggiornato alle 21:32

Home » » Rottamazione cartelle: cifre da capogiro

 

Rottamazione cartelle: cifre da capogiro

Sulla rottamazione delle cartelle interviene anche la Cna: "I laziali non si lasciano sfuggire l’occasione dell’estinzione dei debiti con Equitalia senza il pagamento di sanzioni e interessi di mora" 

CIVITAVECCHIA - "I laziali non si lasciano sfuggire l’occasione dell’estinzione dei debiti con Equitalia senza il pagamento di sanzioni e interessi di mora". 

Sulla rottamazione delle cartelle interviene anche la Cna riportando l’attenzione su un argomento che sta facendo molto discutere in questi giorni.

L’associazione spiega che i numeri diffusi dicono che dal 4 novembre al 15 gennaio sono state protocollate ben 25.914 istanze di adesione alla cosiddetta rottamazione delle cartelle, cifre molto alte che fanno riflettere. 

Roma fa, come è ovvio, la parte del leone con 20.082 pratiche, ma anche il dato relativo alle altre province evidenzia che le disposizioni entrate in vigore con la pubblicazione, sulla Gazzetta Ufficiale, del Collegato alla manovra 2017 hanno destato grande interesse.

Cna, con la propria società Upav servizi, garantisce il servizio di esame della pratica e la gestione dell’istanza di adesione. Per informazioni è possibile rivolgersi al numero 07612291  o visionare il sito  www.cnaviterbocivitavecchia.it.

Ad entrare nel dettaglio è Emiliano Brizi, responsabile dell’Area politiche fiscali e tributarie della Cna di Viterbo e Civitavecchia. 

"Bisogna tenere presente – spiega - che per aderire c’è tempo fino al 31 marzo. E’ prevedibile un boom delle istanze nelle prossime settimane, all’avvicinarsi della scadenza. In base non solo ai dati di Equitalia ma anche alla nostra esperienza diretta - evidenzia - un’accelerazione nella corsa alla definizione agevolata delle cartelle di pagamento si è registrata, infatti - conclude -  negli ultimi giorni".

Inoltre, Brizi ricorda che il debito può essere estinto per i ruoli affidati agli agenti della riscossione negli anni dal 2000 al 2016. Possono beneficiare della disposizione anche i debitori che hanno già pagato parzialmente le somme dovute, purché risultino adempiuti tutti i versamenti con scadenza dal primo ottobre al 31 dicembre 2016.

 

(17 Gen 2017 - Ore 18:14)

Commenti

Il contenuto di questo campo è privato e non verrà mostrato pubblicamente.
  • Indirizzi web o e-mail vengono trasformati in link automaticamente
  • Elementi HTML permessi: <a> <em> <strong> <cite> <code> <ul> <ol> <li> <dl> <dt> <dd>
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.

Ulteriori informazioni sulle opzioni di formattazione

CAPTCHA
Questa domanda serve a verificare che il form non venga inviato da procedure automatizzate
Image CAPTCHA
Inserisci i caratteri che visualizzi nell'immagine.

Commenti

Invia nuovo commento

Il contenuto di questo campo è privato e non verrà mostrato pubblicamente.
  • Indirizzi web o e-mail vengono trasformati in link automaticamente
  • Elementi HTML permessi: <a> <em> <strong> <cite> <code> <ul> <ol> <li> <dl> <dt> <dd>
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.

Ulteriori informazioni sulle opzioni di formattazione

CAPTCHA
Questa domanda serve a verificare che il form non venga inviato da procedure automatizzate
Image CAPTCHA
Inserisci i caratteri che visualizzi nell'immagine.
Archivio PDF

LA PROVINCIATV

Inviaci le tue foto
Meteo Lazio

NOTIZIE DALLE AZIENDE

ENERGIA E AMBIENTE

ROMA E REGIONE

ITALIA E MONDO



Quotidiano telematico fondato nel 1999 da Massimiliano Grasso - © Copyright Retimedia, c.f. 10381581007 - Reg. Trib. di Civitavecchia n° 2/2000 del 30/8/00 - ISSN 2037-9471 - Direttore responsabile Luca Grossi
Riproduzione riservata.
E' vietato ogni utilizzo di testi, foto e video senza il consenso scritto dell'editore - Privacy Policy