VENERDì 22 Novembre 2019 - Aggiornato alle 23:23

Home » » Torre Sud, l'Ugl chiama in causa l'Enel

 

Torre Sud, l'Ugl chiama in causa l'Enel

Secondo l’esponente locale dei Chimici Mauro Cosimi la spa elettrica dovrà assorbire eventuali esuberi per la centrale di Tirreno Power

CENTRALE TVS TIRRENO POWER

CIVITAVECCHIA - Non boccia l’idea di un tavolo regionale sulla vertenza legata al futuro di Torrevaldaliga Sud il responsabile Ugl Chimici Mauro Cosimi, ma si augura che non sia una perdita di tempo perché, al momento, servono proproste e decisioni concrete per la centrale di Tirreno Power. «È ormai imminente - ha infatti ricordato - la presentazione del piano industriale e come purtroppo sta accadendo in altri siti e non solo nel settore elettrico, sicuramente non si parlerà di investimenti ma di ulteriori tagli al personale, cosa che già i lavoratori di Civitavecchia stanno subendo da qualche anno». E allora, in questo caso a detta di Cosimi, la priorità per evitare il paventato ricorso ad ammortizzatori sociali e mobilità, non è quella di proporre investimenti «che comunque - ha sottolineato - impiegherebbero anni per essere applicati, investimenti che vista la situazione a Vado Ligure saranno ancor meno possibili. Per non parlare delle lentezze burocratiche degli studi di fattibilità, delle autorizzazioni ambientali e ministeriali e per l’installazione, ma vista appunto la situazione energetica nazionale, puntiamo sulla salvaguardia di personale specializzato che anche per motivi anagrafici non troverebbe sbocco occupazionale». Quindi nessuna soluzione tampone. «L’unico modo per salvare il personale che si troverebbe in esubero - ha quindi evidenziato Cosimi - è quello di riassorbirlo in Enel come già ratificato a livello ministeriale dai soggetti interessati, comprese le organizzazioni sindacali, ed alla stessa volontà del Consiglio Comunale che nell’ottobre scorso ha votato all’unanimità per questa soluzione allargandola anche alla realtà portuale». Una soluzione urgente, a detta dell’Ugl chimici, «per evitare - ha concluso il rappresentante locale - che molti lavoratori possano soffrire tagli del personale come sta avvenendo in altre realtà e come d’altronde ci si aspettava da tempo, tant’è che questa ipotesi fu messa in convenzione con Enel S.p.A. alla sua prima sottoscrittura nel 2003».

(20 Mar 2014 - Ore 16:29)

Commenti

Il contenuto di questo campo è privato e non verrà mostrato pubblicamente.
  • Indirizzi web o e-mail vengono trasformati in link automaticamente
  • Elementi HTML permessi: <a> <em> <strong> <cite> <code> <ul> <ol> <li> <dl> <dt> <dd>
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.

Ulteriori informazioni sulle opzioni di formattazione

CAPTCHA
Questa domanda serve a verificare che il form non venga inviato da procedure automatizzate
Image CAPTCHA
Inserisci i caratteri che visualizzi nell'immagine.
Archivio PDF

LA PROVINCIATV

Inviaci le tue foto
Meteo Lazio

NOTIZIE DALLE AZIENDE

ENERGIA E AMBIENTE

ROMA E REGIONE

ITALIA E MONDO



Quotidiano telematico fondato nel 1999 da Massimiliano Grasso - © Copyright Retimedia, c.f. 10381581007 - Reg. Trib. di Civitavecchia n° 2/2000 del 30/8/00 - ISSN 2037-9471 - Direttore responsabile Luca Grossi
Riproduzione riservata.
E' vietato ogni utilizzo di testi, foto e video senza il consenso scritto dell'editore - Privacy Policy