Home » » Tvn, è bufera sui 97 esuberi

 

Tvn, è bufera sui 97 esuberi

Il piano del colosso energetico ha provocato una levata di scudi. Il sindaco pentastellato Cozzolino esprime solidarietà ai lavoratori e ricorda gli impegni assunti dall’azienda al tavolo del lavoro ora, a quanto pare, disattesi. Forza Italia: "Chi produce energia sul territorio sappia che la ricreazione, durata cionque anni, è finita. La città va rispettata"

CIVITAVECCHIA - I 97 esuberi a Torre Valdaliga nord dichiarati da Enel scatenano la polemica. Dopo l’annuncio e la promessa di proteste da parte dei sindacati interviene anche il sindaco pentastellato Antonio Cozzolino. «Come già comunicato ai vertici di Enel – ha detto il primo cittadino - i 97 esuberi dichiarati a Tvn oltre a non essere motivati, sono anche una mancanza di rispetto nei confronti del tavolo del lavoro che si è tenuto alla fine dello scorso anno in cui Enel aveva garantito, a seguito di una recente ristrutturazione aziendale, che altre non se ne sarebbero viste per parecchio tempo. Questa nuova ristrutturazione – ha tuonato Cozzolino - assume ancora meno senso dal momento in cui Enel stessa ha fatto ricorso contro il decreto del Ministero che impone l’uscita dal carbone alla fine del 2025». Il Sindaco non è convito e si chiede come i vertici del colosso energetico intendano garantire il funzionamento della centrale con «97 persone in meno» sottolineando come la macchina fin dalla sua costruzione non rispetti «i parametri di rendimento previsti e che quindi mostra già abbondantemente i segni del tempo». Altro fattore da non sottovalutare secondo il pentastellato è la sicurezza di chi lavora a Tvn e del territorio stesso.

«Una ristrutturazione aziendale – sottolinea Cozzolino - che va ad incidere per quasi il 30% su un impianto nato e costruito per essere gestito con altri numeri non è assolutamente tollerabile, sotto qualsiasi punto di vista. Mi sembra evidente come, in questo processo da cui non si torna indietro, Enel stia mettendo ‘‘il carro davanti ai buoi’’. È indispensabile – ha incalzato - un’accorta pianificazione del futuro del nostro territorio, della trasformazione dell’indotto e delle ricadute sui livelli occupazionali. Non il contrario». Cozzolino conclude bocciando l’idea di nuove convenzioni con Enel e chiede “di avviare con le parti coinvolte un serio processo di phase out che preveda una pianificazione responsabile del tessuto socio economico del territorio, in maniera tale che alla data di uscita prevista non ci sia l’ennesima crisi come già troppe volte vissuta negli anni passati».

Esuberi che feriscono un territorio martoriato dall’inquinamento. Lo pensa anche Forza Italia Civitavecchia. «È incredibile che in questa città si parli di quasi cento esuberi sulla centrale di Civitavecchia. È il simbolo – hanno detto gli azzurri - di una gestione schizofrenica delle politiche di sviluppo ed ambientali, cui è arrivato il momento di mettere un freno: chi produce energia sul territorio sappia che la ricreazione, durata cinque anni, è finita. La città che vi ospita – hanno dichiarato duri da Forza Italia - deve essere ripagata delle servitù con servizi pubblici, con mantenimento assoluto dei livelli occupazionali ed anzi collocando sul territorio rami d’azienda sul piano commerciale, innovativo e tecnologico che impieghino nuovo personale. E in tal senso non possiamo non contestare anche un approccio degli ultimi governi, improntato solo al massimo profitto per gli azionisti, con effetti drammatici sul territorio».

Nessun dubbio da parte degli azzurrui: «La città va rispettata. Fortunatamente tra poche settimane – hanno concluso - con Ernesto Tedesco e con una forte rappresentanza di Forza Italia nella maggioranza che lo sosterrà, ci sarà qualcuno, dal Comune, a ricordarlo a tutti».

(17 Apr 2019 - Ore 19:57)

Commenti

Il contenuto di questo campo è privato e non verrà mostrato pubblicamente.
  • Indirizzi web o e-mail vengono trasformati in link automaticamente
  • Elementi HTML permessi: <a> <em> <strong> <cite> <code> <ul> <ol> <li> <dl> <dt> <dd>
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.

Ulteriori informazioni sulle opzioni di formattazione

CAPTCHA
Questa domanda serve a verificare che il form non venga inviato da procedure automatizzate
Image CAPTCHA
Inserisci i caratteri che visualizzi nell'immagine.

Commenti

Invia nuovo commento

Il contenuto di questo campo è privato e non verrà mostrato pubblicamente.
  • Indirizzi web o e-mail vengono trasformati in link automaticamente
  • Elementi HTML permessi: <a> <em> <strong> <cite> <code> <ul> <ol> <li> <dl> <dt> <dd>
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.

Ulteriori informazioni sulle opzioni di formattazione

CAPTCHA
Questa domanda serve a verificare che il form non venga inviato da procedure automatizzate
Image CAPTCHA
Inserisci i caratteri che visualizzi nell'immagine.

PRIMA PAGINA WEBTV

Inviaci le tue foto
Meteo Lazio

NOTIZIE DALLE AZIENDE

ENERGIA E AMBIENTE

  • Vertenza Enel: sindacati in Regione

    15 May 2019 - CIVITAVECCHIA - Un confronto positivo, quello di questa mattina in Regione Lazio, con gli assess ...

  • Enel: il futuro di Torre Nord è nel gas

    15 May 2019 - Il direttore Italia del gruppo, Carlo Tamburi, oggi in audizione in commissione Attività produttive alla Camera, intervenendo sul phase out dal carbone ha assicurato: "I tempi sono compatibili con un 2025 di riferimento per fare gli impianti a gas. Occorre semplificare gli iter autorizzativi". Intervento anche del candidato sindaco Tedesco. SINDACATI CONVOCATI OGGI IN REGIONE   

ROMA E REGIONE

ITALIA E MONDO

archivio articolo 1999 - 2005



Quotidiano telematico fondato nel 1999 da Massimiliano Grasso - © Copyright Retimedia, c.f. 10381581007 - Reg. Trib. di Civitavecchia n° 2/2000 del 30/8/00 - ISSN 2037-9471 - Direttore responsabile Luca Grossi
Riproduzione riservata.
E' vietato ogni utilizzo di testi, foto e video senza il consenso scritto dell'editore - Privacy Policy